Samhain, la festa delle anime.

Autunno; periodo dorato e al contempo melanconico, che ci spinge dolcemente a lasciare il calore dell’estate e trovare il calore interiore, la nostra vera essenza.

Samhain è il tempo dell'ultimo raccolto, degli ultimi frutti, i più dolci e ricchi che ci sosterranno nel lungo inverno.
Ed è l'inizio dell'attesa, del tempo interiore della preparazione, del buio. Il tempo in cui i semi dimorano nella terra quieta.

Tempo prezioso e necessario. Tempo di riposo e di ascolto silenzioso. Tempo di accogliere tutto di noi stessi, amarci completamente e diffondere tutta questa bontà nel mondo. Tempo dell’anima e dell’amore, perché l’anima è amore.

Che si tratti di Samahin, Halloween, Ognissanti oppure Diwali, la festa della luce in India, questo è il periodo dove il velo del mondo spirituale è molto sottile e possiamo entrare in contatto con le anime dei nostri antenati e ricordarci che oltre alla „materia“ visibile, al nostro corpo, alla mente, noi siamo molto di più. Noi siamo amore.

(Da ricordare quando le giornate di autunno diventano grigie, buie e fredde)

Se vuoi fare un omaggio ai tuoi antenati defunti, dalla notte del 31 ottobre al 1 novembre, accendi una candela bianca mettiti in posizione di meditazione e connettiti con loro attraverso il tuo cuore. Non fa niente se alcuni di loro non sono stati sempre carini con te. Loro sono e rimangono sempre la ragione per la quale tu sei qui e secondo, non sono più quelli di prima.  Ringraziali per essere qui e se ti trovi in una situazione difficile, chiedi il loro supporto.

Sii aperta/o a dei segnali nei giorni seguenti.

Prima di andare a nanna, spegni la candela:).


Buon Samhain

Con amore, Maria Grazia

Maria Grazia Stomeo
Life coach olistica & insegnante di yoga